COLUMBUS Visualizza ingrandito

COLUMBUS

Nuovo prodotto

90,00 € tasse incl.

Scheda tecnica

Principio AttivoClopiralid 7,69 g (80 g/l di clopiralid acido) Florasulam 0,24 g (2,5 g/l) Fluroxipir meptil 13,85 g (144 g /l, pari a 100 g/l di fluroxipir acido)
Patentino obbligatorioSI
FormulazioneEmulsione concentrata
ProduttoreCORTEVA AGRISCIENCE

Dettagli

Columbus è un erbicida sistemico e viene traslocato rapidamente attraverso il floema e lo xilema in tutta la pianta. Le sostanze attive, in esso contenute, agiscono sia come regolatori di crescita di tipo auxinico (fluroxipir e clopiralid) che come inibitore dell’enzima ALS (florasulam). La crescita della pianta è rallentata già dopo poche ore, anche se l’effetto finale richiede qualche settimana.

Cereali: Columbus può essere applicato tra la fase di accestimento ed inizio levata, entro il secondo nodo del cereale. I migliori risultati nei confronti del papavero (Papaver rhoeas) possono essere ottenuti quando questa malerba si trova allo stadio di rosetta.
Tappeti erbosi ad uso ornamentale e sportivo: impiegare Columbus da marzo ad ottobre su infestanti in attiva crescita, evitando di applicare il prodotto con temperature elevate o in periodi siccitosi.

Columbus è compatibile con i principali graminicidi presenti sul mercato. In caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Si consiglia di non utilizzare compost e letame provenienti da paglia e sfalci di prati trattati con Columbus per coltivare orticole e fiori.
In base alle buone pratiche agricole, e seguendo la normale rotazione, le colture che possono essere seminate dopo la raccolta del cereale trattato con Columbus sono:
- nell’annata dell’applicazione: Mais, Cereali, Graminacee, Colza ed altre Brassicaceae (trapiantate);
- nell’ annata successiva all’ applicazione, ad almeno 12 mesi dal trattamento: tutte le colture.

Per le schede di sicurezza e le etichette ministeriali rimandiamo al sito della ditta detentrice del Prodotto